Accedi

Come decalcificare un bollitore

Un bollitore ricoperto di calcare richiede più tempo per far bollire l'acqua e spreca parte dell'energia utilizzata per riscaldarlo, in quanto il calcare diminuisce la conduzione del calore da parte del metallo. Il calcare può danneggiare il bollitore fino a renderlo inutilizzabile.

bollitore


Per decalcificare un bollitore, si può utilizzare aceto bianco o acido citrico (limone), scegliete in base a quello che avete disponibile.

Se usate l'aceto, diluitelo con acqua in soluzione 1:1. L'aceto deve essere lasciato nel bollitore per un'ora, senza farlo bollire.

Se usate acido citrico, mescolate 30g di succo di limone con 500ml d'acqua. Versate il succo di limone nel bollitore, e fattelo bollire. Lasciate quindi che si raffreddi prima di svuotarlo.


Se c'è del calcare residuo, strofinate il punto con del bicarbonato e una spugna bagnata. Fatte prima raffreddare il bollitore, e staccate la corrente se il bollitore è elettrico.

Risciacquate con cura il bollitore sotto l'acqua corrente, almeno cinque volte, prima di utilizzarlo di nuovo.

Commenti