Accedi

Come usare bene il condizionatore

https://www.nonsprecare.it/uso-condizionatore-consigli-utili-ridurre-consumi

Non potete fare a meno di un condizionatore, in casa o in ufficio? E’ possibile, considerando gli sbalzi di temperature ai quali ormai dobbiamo abituarci e anche il caldo afoso di alcune giornate particolari. Però nell’uso sbagliato dell’aria condizionata si annida un doppio spreco. Di soldi, che paghiamo in bolletta con i consumi energetici che volano (e il condizionatore è un elettrodomestico “pesante” sotto questo punto di vista). Di salute, perchè l’aria gelata in casa, durante la stagione estiva, porta anche bronchiti, tosse, asma e perfino obesità.

ridurre consumi

 

Come si usa il condizionatore senza sprechi e senza danni per la salute?

Per cominciare, è bene sapere che un singolo impianto ha un consumo che si aggira tra i 400 e i 600 chilowattora per circa 500 ore di funzionamento: questo significa che l’uso del condizionatore deve avvenire pertanto solo quando effettivamente necessario.


Ecco qualche consiglio pratico per non sprecare corrente elettrica con i condizionatori durante l’estate:

1) Al momento dell’acquisto, scegliete condizionatori di classe energetica non inferiore alla A. Sono più cari, ma la maggiore spesa viene rapidamente ammortizzata grazie a un calo dei consumi in bolletta: questi apparecchi possono infatti comportare una riduzione dei consumi pari al 30 per cento.

2) Se l’ambiente non è particolarmente esposto al sole, valutate l’utilizzo di un semplice apparecchio per il raffreddamento al posto del condizionatore. Ricordate inoltre che tutti i condizionatori di nuova generazione hanno anche la funzione di “deumidificazione”: abbassando la percentuale di umidità, la stanza si rinfresca in modo naturale, con un consumo minimo di energia.Come usare bene il condizionatore per non sprecare energia e denaro

3) Non esagerate con il freddo, e non trasformate le case in ghiacciai. La differenza di temperatura tra l’esterno e l’interno non deve superare i sei gradi. Questo anche per evitare sbalzi termici ed eventuali problemi di salute.

4) Controllate i filtri dell’impianto almeno una volta l’anno. Se sono sporchi, divorano corrente e gas.

5) Fate attenzione alle dispersioni di aria fredda: se le tapparelle e le persiane rimangono abbassate durante le ore in cui la temperatura è più alta, impiegherete meno energia per raffreddare.

6) Abbinate un ventilatore da soffitto con pale al condizionatore, e usateli anche alternativamente.

7) Durante le ore notturne, utilizzate la programmazione dell’impianto: dormire nell’aria condizionata fa male e può causare tosse e bronchite.

8) Evitate di accendere il condizionatore nelle stanze in cui non passate la maggior parte del vostro tempo: è solo uno spreco di energia.

9) Infine, un’alternativa all’uso del condizionatore è la vecchia tecnica delle correnti d’aria. Createle tra una stanza e l’altra attraverso l’apertura di una porta e una finestra: avrete una casa fresca in modo naturale senza l’utilizzo di alcun impianto di raffreddamento.



Commenti