Accedi

Cellulari: come disattivare i servizi a pagamento

Sarà capitato a tutti voi di avere cliccato su un banner e che vi siano stati addebitati 5 Euro, per servizi NON richiesti.

In quel momento scatta il panico, ma non disperate, esiste un modo per evitare quantomeno di ricevere ulteriori spese per sms, oroscopi, immagini, suonerie, foto di donne nude, ricette e simili, che vengono attivate a nostra insaputa.

abbonamenti a 5 euro

Se siete tra i fortunati cui non è mai successo, consiglio comunque di leggere la guida fino in fondo e disattivare i servizi a pagamento per il futuro, e trovarvi il credito del cellulare azzerato !

A volte sono le stesse app android magari non presenti sullo store di google play a scaricare il credito del cellulare e una volta avviato il “download”, scatta la richiesta di abbonamento ad un servizio truffa, che di norma viene notificato dall’arrivo di un sms.

Solitamente questi abbonamenti vengono denominati servizi a sovrapprezzo, premium, e possono contenere:

  • Loghi e suonerie, o videosuonerie;
  • wallpaper, sfondi animati (anche calendari o donne nude);
  • Screensaver o sfondi animati o emoticon;
  • Giochi online;
  • Ricette;
  • applicazioni di qualsiasi tipo, casinò online;
  • chat/community;
  • news e servizi informativi;
  • Servizi bancari o di Trading

 


Come potete ben immaginare è sempre una grande sorpresa, con relativa incazzatura, quando vi trovate un servizio in abbonamento senza averlo richiesto, per questo motivo e porre un freno a questi siti truffa, dovrete girare non poco il web e fare almeno un paio di chiamate al call center, o centro assistenza del vostro operatore per riuscire a disattivarli e molto difficilmente riuscirete a farvi restituire i soldi, ma quantomeno avete arginato la truffa telefonica

Parliamoci chiaro, i vari Vodafone, Tim, 3, Wind, Postemobile sono perfettamente a conoscenza di questo tipo di “trucchetti” per spillare soldi alle persone e permettono la disattivazione di servizi a pagamento da parte di terzi SOLO su richiesta.
NDR per “terzi” si intendono quei servizi in abbonamento da parte di chiunque escluso il vostro operatore che potrà scalare il credito del cellulare a vostra insaputa.

Gli operatori in primis, mettono le mani avanti e affermano di non essere responsabili perché questi servizi sono gestiti da provider esterni.

Questo tipo di abbonamenti sono servizi a sovrapprezzo, per bloccare l’attivazione di questo tipo di servizi a sovrapprezzo dovrete richiedere al vostro operatore il “Barring Sms”, ovvero sbarramento verso tutti gli sms a pagamento non richiesti in decade 4 (ovvero 43,44,46,47,48,49) 899, 166 etc etc.

abbonamento truffa

Potete richiedere lo Sbarramento o Barring  al vostro operatore o blocco degli sms premium, l’operazione è gratuita e vi consiglio di farla il prima possibile, prima ancora che abbiate la sfortuna di incappare in un abbonamento NON richiesto.
In alcuni rari casi (come la Tim o la TRE), gli operatori telefonici permettono di effettuare tale blocco dal pannello di controllo della propria sim sul sito del vostro operatore.


I numeri da chiamare : per il servizio clienti del proprio operatore

  • Tim : 119
  • Vodafone: 190
  • Wind: 155
  • Tre: 133

A me non è capitato ma potrebbe succedere che l'operatore  non abbia la più minima idea di cosa sia il barring sms, il consiglio in questo caso è semplice: chiudete la chiamata e di richiamate confidando di beccare un operatore più preparato.

C’è una premessa comunque da fare, se ad esempio avete attivato servizi bancari o altri tipi di servizi col vostro consenso, richiedendo il barring sms vi verranno disattivati anche questi in quanto fanno comunque parte di servizi sms/mms proveniente da terzi.

In molti casi è stato consigliato di mandare un sms di risposta con scritto “STOP” ai truffatori che vi hanno mandato l’sms con l'attivazione dell’abbonamento.

Personalmente, consiglio in ogni caso di fare il blocco dal vostro operatore.

Lasciate un commento.

Commenti