Accedi

Novo7: tablet con Android 4.0 a 99 dollari

  • Pubblico
lilian 2085 giorni fa

Fino ad oggi i tablet erano definibili come "costose tavolette", in fin dei conti le funzioni offerte sono molte meno di quelle di un normale notebook, ma il prezzo d'acquisto medio di un tablet è pari a quello di un notebook di fascia media.

 

Il prezzo elevato è uno dei principali fattori per cui molti modelli non hanno spopolato (soprattutto i modelli Android sopra i 399 euro) e l'arrivo del Kindle Fire, il tablet di Amazon, venduto a 199 dollari, sicuramente ha migliorato le cose.

 

Ciò che potrebbe davvero far spopolare i tablet, però, è la nuova odanta di dispositivi che stanno per invadere il mercato, si tratta di modelli da 7 pollici e con prezzi che si aggirano intorno ai 100 dollari, il primo della serie è il Novo7 della Ainol.

image

Per vendere il Novo7 a 99 dollari (è già sul mercato), i progettisti Ainol hanno dovuto fare qualche sacrificio, non in termini di qualità costruttiva, ma scegliendo di utilizzare un processore single-core MIPS con frequenza di 1 GHz, abbinato ad un core grafico Vivante da 444 MHz. Le prestazioni di quest'accoppiata dovrebbero essere inferiori a quelle di un SoC Tegra 2, ma nel complesso possono risultare sufficienti per l'uso canonico che si fa dei tablet, ovvero la navigazione online e la lettura di e-book.

 

Non ci sono problemi neppure con la riproduzione video, la GPU Vivante, infatti, dispone di decoder hardware per i flussi video full-HD, che è possibile visualizzare anche su schermo esterno tramite porta HDMI.

 

Sul fronte connettività, il Novo7 può sfruttare le reti WiFi 802.11b/g/n, dispone di porta USB e perfino di uno slot per scheda di memoria microSD.

Il vero punto di forza, però, è Android 4.0, il nuovo sistema operativo di Google, che si attendeva da tempo vista l'incapacità dei vari Android 2.x ad adattarsi agli schermi dei tablet e la volatilità di Android 3.0 (versione di transizione, solo per tablet).

 

Per ora il Novo7 è commercializzato soltanto in Cina, ma è prevista la sua esportazione in USA ed in Europa nei prossimi mesi.

Commenti