Accedi

Una Vacanza Di Sogno: I Paradores Spagnoli

Viaggiare attraverso la Spagna sostando ogni notte in un parador significa il meglio del turismo. Visitare questi alberghi , 85 in tutto, dal parador de los Condes de Villalba in Galizia, a quello di Melilla sulla costa nordafricana, è probabilmente il miglior modo per un turista di familiarizzarsi con la storia spagnola ed il suo patrimonio architettonico.

Ecco perchè i paradores, invidiati dagli albergatori del mondo intero, hanno attirato moltissimo ospiti inclusi quelli provenienti da altri paesi.

Spagna

L'idea di creare questa catena di alberghi amministrati dallo stato venne nel 1926 al marchese de la Vega-Inclàn, regio commisario al turismo.
Il marchese fece la sua proposta a re Alfonso XIII; l'idea piacque tanto che il sovrano ordinò subito la costruzione di un hotel in uno dei suoi terreni di caccia preferiti: La Sierra de Gredosa ovest di Madrid.
Per l'albergo venne scelto il nome di parador, un antico termine spagnolo che significa luogo di sosta.
Il re ed il commissario al turismo decisero ben presto che, invece di costruire nuovi edifici, sarebbe stato più logico restaurare quelli antichi per conservare una parte importante del patrimonio architettonico della Spagna.

Nel 1930 il palazzo del Duca di Frias a Oropesa ( Toledo ) fu restaurato e aperto al pubblico come parador, seguito, nel 1931 dal palazzo del diacono di Ubeda ( Jaen ), del XVIII secolo, e dalla fortezza di Enrico II a Ciudad Rodrigo ( Salamanca ), nel 1933 dal seicentesco convento di Merida ( Badajoz ).
Compresi la bellezza di questi alberghi al Parador del Conde de Orgaz, situato di fronte la città di Toledo, sulla sponda opposta del fiume Tago.
Provai il medesimo senso della storia durante la visita al parador del Conde de Gondomar, in Galizia, presso la città di Bayona.

paradores spagnoli

Pochi anni fa, l'ente spagnolo del turismo organizzò una serie di rutas turisticasviaggi di gruppo con guide, attraverso zone che comprendono diversi paradores.
Gli itinerari vanno da una gita lungo le valli ricche di vigneti della Rioja, nella Spagna settentrionale dove si produce il vino più famoso, a una escursione di una settimana tra i monasteri medioevali della Catalogna.
Una delle più popolari è la Ruta de la Hispanidad che attraversa anche l'Estremadura.
La catena dei paradores conserva decine di monumenti storici che sono la vetrina della Spagna, rappresentano un tesoro troppo grande perchè possano venir trascurati.
Con tutto il loro magico splendore, i paradores sono una realtà e non una fantasia: la realizzazione di uno straordinario desiderio regale di mezzo secolo fa che oggi si è avverato del tutto.

 

Commenti